24
Sun, Mar

Top Stories

Grid List

Viabilità, turismo, infrastrutture, lavoro. Sono questi i temi affrontati stamani nel corso di un incontro che l'amministrazione comunale ha chiesto alla Provincia per fare il punto sulle priorità per Nago Torbole. Invito raccolto dal presidente Maurizio Fugatti che ha partecipato alla riunione assieme all'assessore Roberto Failoni.

"Siamo soddisfatti- ha commentato al termine il sindaco, Gianni Morandi - perché questo confronto aiuterà la nostra comunità a collocare gli interventi nella giusta prospettiva, sia per quanto riguarda la viabilità come pure per altri temi legati  allo sviluppo delle potenzialità turistiche della zona".

In particolare, relativamente all'intervento sulla Loppio-Busa, si è posto l'accento sul tema della sicurezza, a cominciare da quella dei lavoratori come pure di chi poi transiterà su quella strada. Per questo saranno effettuate ulteriori analisi, ferma restando la valutazione positiva espressa dall’amministrazione comunale sull’intervento di allargamento del tunnel di servizio che consentirà il transito non solo alle ambulanze ma anche ai camion dei vigili del fuoco in caso di incidenti. 

Nel corso dell'incontro l'impresa ha confermato l'intenzione di avviare lo scavo nel giro di 2 mesi e allestire 3 cantieri in simultanea per abbattere i tempi. Ma la manodopera locale scarseggia: di qui la richiesta alle amministrazioni e ai sindacati di promuovere la ricerca di personale nell'arco di 60 chilometri, come da impegno contrattuale. Sono 22 gli operai già impiegati ma il potenziale è 5 volte tanto e la S.A.C. si è dichiarata pronta ad assumere altre 100 unità per 'aggredire' in maniera decisa la tabella di marcia.

Gli approfondimenti riguarderanno anche un'altra richiesta dell'amministrazione comunale, ossia la circonvallazione di Torbole, per la quale occorrerà individuare una progettualità concretamente sostenibile alla luce dell'evoluzione degli scenari e dell'attuale quadro finanziario provinciale.

Sul taccuino della Giunta sono stati poi annotati altri due altri temi impegnativi: la ristrutturazione dell'ex Colonia Pavese e la realizzazione del Campo da Golf. "Approfondiremo accuratamente - ha commentato l'assessore Failoni - ma anche noi abbiamo una richiesta da fare: siano i territori della Busa ad elaborare una propria visione ed a proporre le priorità. Con questo metodo sarà più facile costruire un percorso condiviso e poggiato su basi solide".

L'incontro si è concluso con la visita al cantiere del nuovo municipio in fase di ultimazione e prossimo all'inaugurazione.

Si terrà dal 3 al 6 febbraio la 43esima Expo Riva Hotel nel Quartiere Fieristico di Riva del Garda, la fiera dedicata al settore dell'ospitalità e della ristorazione, «la fiera degli operatori del settore» come la definisce Roberto Pellegrini, Presidente di Riva del Garda Fierecongressi mettendo in evidenza l'intensa rete di rapporti che da sempre la caratterizza: "Le scelte radicali compiute negli ultimi anni hanno portato questo evento a non specializzarsi in un unico segmento preferendo un approccio più articolato al mercato - commenta Pellegrini -

I Carabinieri della Stazione di Arco a seguito di segnalazione pervenuta alcuni giorni fa circa il rinvenimento di una siringa nel parco del quartiere 2 Giugno di Riva del Garda hanno avviato un’accurata attività informativa corroborata da alcuni servizi in borghese verificando le persone frequentatrici di quell’area, notando un insolito “traffico pedonale” nei garage sotterranei riconoscendo anche alcuni consumatori di stupefacenti.

Un’auto speronata da un orso: è successo lungo la statale 43 della valle di Non all’altezza di Maso Milano, nei pressi del viadotto sul torrente Sporeggio. Protagonista, Tania Dalpiaz una giovane originaria della valle di Non, che verso le 21 stava rincasando nel capoluogo dopo aver fatto visita ai genitori. A darne notizia il giornale L'Adige.it che racconta come la ragazza abbia prima visto una sagoma scura correrle incontro, e poi abbia sentito l'animale sbattere contro violentemente e ripetutamente alla propria auto. 

La conducente fortunatamente è rimasta illesa, la fiancata destra della sua Renault Clio è risultata pesantemente danneggiata.

Un incontro eccezionale. un gruppo di cervi le ha attraversato la strada ed è corso nei prati ancora innevati per un lungo tratto. Di giorno. È successo a Marta che prontamente ha estratto il cellulare mentre era sulla ciclabile vicino al campo sportivo di Pellizzano. Ecco il suo splendido video. 

Produzione record e di qualità ma forte la competizione da parte degli altri produttori europei. L’Assemblea Generale Ordinaria dei Soci del Consorzio Melinda ha approvato il Bilancio di Previsione relativo all’esercizio 2018-2019 dopo che la scorsa settimana è stato presentato all’Assemblea dei 300, della quale fanno parte tutti gli amministratori delle 16 Cooperative che compongono il Consorzio.

 

A seguito di una segnalazione di un cittadino che avvertiva telefonicamente la Centrale Operativa di Cavalese di aver rinvenuto all’interno di un cantiere attestato tra le Valli di Fiemme e Fassa, occultata in un cascinale abbandonato, una strana valigia i carabinieri di Canazei giunti sul posto hanno trovato all’interno sostanza stupefacente di tipo marijuana, per un quantitativo di oltre 1,5 chilogrammi. 

Lo stupefacente, di ottima qualità era ben confezionato all’interno di due involucri in nylon, è stato poi posto sotto sequestro dai militari intervenuti. La valigia era stata “abbandonata” da un trafficante tratto in arresto a novembre 2018 nell’ambito dell’operazione antidroga denominata “Sciamano”. Gli approfondimenti, certificavano come il trafficante in tempi non sospetti avesse occultato il narcotico all’interno del cantiere in attesa di poterlo smerciare, attività che al dettaglio, avrebbe fruttato un ricavo di circa 15.000,00€. Il tutto non è andato a buon fine proprio a causa del suo arresto.

 

Petter Eliassen ce l'ha fatta. La Marcialonga era praticamente l'unica prova prestigiosa a mancare nel palmarès del fondista norvegese e - dopo il 2° posto nel 2016 - oggi è riuscito finalmente a vincere rimanendo in testa dall'inizio alla fine e 'svettando' anche sulla salita di Cascata.

«Abbiamo preso atto che esiste un problema di sicurezza collegato alla presenza dei lupi, soprattutto nelle aree della val di Fassa, Ala e Rumo in alta val di Non. Non possiamo accettare che i lupi possano arrivare così vicini alle case, nel fondovalle. I cittadini non possono correre simili rischi e noi dobbiamo garantire loro la sicurezza .Come ho sottolineato in Comitato, sono pronto a assumere le mie responsabilità per garantire la tranquillità e la sicurezza dei cittadini».