24
Thu, Sep

"Fermi i controlli sierologici per i dipendenti di Trentino Trasporti". Protestano i sindacati

In Trentino
Typography

 Le scuole hanno riaperto i battenti e come previsto il numero di utenti a bordo dei treni e degli autobus urbani ed extraurbani di Trentino trasporti è cresciuto.

Al grido di “viaggiare sicuri è un diritto. Farvi viaggiare sicuri è un nostro dovere” l’azienda dedica giustamente tempo e risorse alla sanificazione e alla pulizia dei mezzi, ma si può dire altrettanto per quanto riguarda la prevenzione e promozione della salute dei propri addetti?

Il 6 agosto il Presidente della PAT annunciava con grande entusiasmo un’iniziativa concordata tra Società e Provincia: la possibilità, per i quasi mille operatori a contatto con il pubblico, di accedere su base volontaria e gratuita al servizio sanitario per l’effettuazione dei test sierologici prima dell’apertura delle scuole.

Di questa iniziativa, presentata unitamente alla campagna di sensibilizzazione #pullmansicuro, non si è saputo più nulla.

In data 18 agosto abbiamo chiesto chiarimenti sulle tempistiche e sulle modalità inviando una lettera in azienda e per conoscenza alla PAT.

Non avendo ricevuto risposta, abbiamo inviato una nuova lettera di sollecito mercoledì 9 settembre.

Tutto tace e la domanda nasce spontanea: “test sierologici prima dell’inizio dell’anno scolastico….Quale anno????”.

La possibilità di effettuare i test rimarrà dunque un miraggio come l’installazione (da noi richiesta a febbraio!) delle pareti in plexiglass destinate a proteggere il posto guida a bordo dei mezzi extraurbani?

Anche su questo fronte c’è solo il silenzio e ancora una volta non rimane che constatare come in tempi di campagna elettorale sia più facile promettere che mantenere.

 

*

14/09/20

Stefano Montani FILT CGIL
Massimo Mazzurana FIT CISL
Paolo Saltori FAISA CISAL