17
Tue, Sep

Cassa Rurale Adamello ha indetto uno specifico bando di selezione rivolto ai giovani del territorio che sono interessati ad intraprendere un percorso professionale in banca.

Il bando si rivolge a candidati di età inferiore a 32 anni in possesso del titolo di laurea e residenti nei Comuni del Comprensorio delle Giudicarie, nei Comuni in cui opera Cassa Rurale Adamello e nei Comuni limitrofi. 

“Sono in fase di attuazione molti progetti che richiedono l’energia, la forza e le capacità che sono proprie dei giovani” spiega il Direttore Marco Mariotti. “Per questo motivo abbiamo deciso di avviare questo percorso di selezione”.

E’ una opportunità importante per i giovani del nostro territorio di inserirsi nel mondo del lavoro e soprattutto di intraprendere un percorso professionalizzante. “Abbiamo previsto un primo contratto a 12 mesi ma è concreta la possibilità che si passi ad un contratto di lavoro a tempo indeterminato se la risorsa dimostrerà di possedere requisiti adeguati” precisa il Direttore.

Le domande per partecipare alla selezione dovranno pervenire entro il 30.09.2019 ed essere indirizzate a: CASSA RURALE ADAMELLO BCC, Via III Novembre, 2 - 38079 Tione di Trento (TN) o essere inoltrate tramite e-mail a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 

La domanda dovrà essere corredata da: contenere curriculum vitae in formato europeo,  dichiarazione di residenza, copia del documento di identità e codice fiscale, piano di studi ed eventuali certificati attestanti il livello di competenza posseduto a livello linguistico ed informatico nonché l’autorizzazione al trattamento dei dati ai sensi della normativa privacy. 

Per qualsiasi ulteriore informazione è consultabile il sito internet www.cassaruraleadamello.it o contattare l’ufficio Risorse Umane al  n. tel. 0465/673332.

 

Questa mattina in località Zeller, a Tione, un operaio di una ditta specializzata è caduto da una decina di metri mentre stava lavorando su una pianta a bordo strada. Ancora da definire le cause dell'incidente. L'uomo, secondo le prime informazioni, stava provvedendo all'installazione di una teleferica ed era dotato di tutti i sistemi di protezione, ma evidentemente qualcosa non ha funzionato.

La vittima è Paolo Valenti, 36 anni di Bondo, molto noto in tutta la valle anche perché aveva giocato nelle fila della squadra di calcio del Comano Fiavè. Lascia la moglie e tre figli ancora in tenera età.  

«Oggi é un giorno triste. Non avremmo mai voluto scrivere questo post. - puntualizzano su favcebook i dirigenti ed allenatori  dell'Asd Comanotermefiave - Ma lo dobbiamo ad un grande uomo, un grande atleta che é stato un pilastro della nostra squadra ed ancora oggi molto vicino alla nostra società. 

Porgiamo sentite condoglianze a tua moglie ,ai tuoi splendidi bambini che portavi spesso al campo, ai tuoi genitori ed a tutta la tua famiglia. Il destino è stato crudele,non te lo meritavi caro Paolo! Che la terra ti sia lieve»

Domenica 8 settembre a Comano Terme, nella zona del Parco Termale, si svolgerà la “Cassa dei Bambini”, una giornata dedicata ai figli e nipoti dei soci della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella, con tante attività, laboratori e giochi. 

Il tema di questa edizione è quello dell’agricoltura, settore che caratterizza l’economia della zona delle Giudicarie Esteriori, dove si svolgerà “La Cassa dei Bambini”. 

Dalle ore 10.00 saranno numerose le attività che vedranno i piccoli partecipanti trasformarsi in contadini per un giorno. Impareranno a filare la lana, pigiare l’uva, raccogliere il fieno, sgranocchiare le pannocchie, cavare le patate e preparare una gustosa pizza! Durante tutta la giornata a farla da padrona sarà la caccia al tesOrto: tutti i bambini andranno alla ricerca dei 10 ortaggi nascosti per portarli al mercato contadino e partecipare poi all’estrazione finale per vincere “la cassetta degli ortaggi”.  

Per tutta la giornata sarà possibile fare il classico “giro in trenino” e non mancheranno gonfiabili, truccabimbi, salterelli e molto altro ancora. Sarà inoltre allestito anche un angolo morbido per i bambini fino a 3 anni.

Una giornata all’insegna del divertimento ma non solo: l’obiettivo della Cassa Rurale è quello di educare al risparmio ed alla gestione del denaro. Come? Con il “Gioco del soldino”: a tutti i bambini partecipanti sarà consegnato un primo gruzzoletto di 3 soldini (di cartone). In alcune attività guadagneranno dei soldini, in altre li spenderanno. Tutti i bambini che alla fine della giornata avranno risparmiato almeno 8 soldini, presentandoli ad uno degli sportelli della Cassa Rurale nelle settimane successive, potranno trasformarli in soldini veri. 

“La Cassa dei Bambini è un’iniziativa che riproponiamo quest’anno dopo alcuni anni di assenza – ci dice Davide Donati, Direttore della Cassa Rurale – e riteniamo possa essere un modo divertente e informale per avvicinare i bambini alla Cassa Rurale ed anche per avvicinarli ai temi della gestione del denaro e del risparmio.”

Per partecipare è necessario iscriversi presso gli sportelli entro il prossimo 4 settembre. La partecipazione è gratuita. Possibilità di pranzo in loco previa prenotazione al momento dell’iscrizione.

Tutte le informazioni sul programma della giornata sono disponibili su www.lacassarurale.it.

 

Forti piogge, accompagnate da grandinate e danni alle colture in alcune zone delle Giudicarie. Particolarmente colpita la zona tra Stenico e Ragoli. Molti i danni alle colture e alle automobili che hanno mal sopportato proiettili ghiacciati di quasi due centimetri di diametro.  E' dovuto intervenire lo spazzaneve per liberare le strade dalla grandine accumulata a terra. 

La perturbazione si è mossa da est verso ovest e si è diretta nelle zone del vicentino, dove si segnalano  altri danni.

La perturbazione non ha risparmiato neppure il Castello di Stenico, letteralmente bombardato dalla grandine. Vittime dell'attacco, alcuni vetri delle finestre.

 

Nella mattinata di oggi, presso gli uffici della Polizia Locale delle Giudicarie, è stato riconsegnato ad una donna della Val Rendena un orologio Rolex del valore di diverse migliaia di euro.

La donna lo aveva smarrito nel Comune di Tre Ville, ed il prezioso orologio era stato ritrovato da un uomo del posto.

Grazie alla collaborazione di un gioielliere di Tione e del concessionario ufficiale di Trento della società svizzera produttrice dei pregiati orologi, gli operatori della Polizia Locale sono risaliti alla proprietaria.

Al ritrovatore ora, come previsto dal Codice Civile, spetterà una ricompensa.

La Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella ha aperto un bando per l’assunzione di nuovo personale. Si ricercano persone da adibire ad attività di sportello e gestione della clientela.  Le assunzioni prevedono un contratto a tempo determinato della durata di 12 mesi.

La Cassa Rurale cerca persone che abbiano

 la propensione a lavorare in team

 attitudini relazionali e commerciali

 orientamento alla crescita personale e professionale

 interesse alle dinamiche di sviluppo del proprio territorio.

Titolo di studio richiesto: diploma di maturità in ambito tecnico-economico-aziendale oppure laurea.

La Cassa si riserva la valutazione preventiva dei Curriculum Vitae per l’ammissione alle prove di selezione (prevista per un numero chiuso di candidati) in base ai seguenti criteri:

- laurea nelle discipline economiche o giuridiche

- voto di diploma o laurea

- residenza nella zona operativa della Cassa Rurale.

Per candidarsi e partecipare alla selezione è necessario compilare l’apposito form sul sito internet www.lacassarurale.it (Sezione “Lavora con noi”) entro il 15 SETTEMBRE 

La selezione è gestita in collaborazione con il Servizio HR di Cassa Centrale Banca e le prime prove si svolgeranno a Trento dal 24 al 26 settembre 2019. 

Info e contatti: Ufficio Gestione e Sviluppo Risorse – Responsabile Francesca Manzoni 

telefono 0465 709352 e.mail This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

InPrendi è l’iniziativa, giunta nel 2019 alla seconda edizione, promossa dalla Comunità e dalle Casse Rurali delle Giudicarie, che si propone di sostenere i giovani giudicariesi di età compresa tra i 18 d i 35 anni che intendono avviare un’attività nel territorio delle Giudicarie.

Due i principali step del progetto:

- il percorso formativo, svoltosi nei mesi di aprile e maggio, con l’obiettivo di fornire tutte le conoscenze necessarie per l’avvio o lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali, al quale hanno partecipato 17 giovani;

- il concorso di idee volto a selezionare le 3 migliori iniziative d’impresa. 

Lo scorso 4 luglio si è riunita la Commissione per la valutazione dei progetti, composta dai rappresentati della Comunità delle Giudicarie, delle Casse Rurali e di Impact Hub (referente tecnico del progetto).

Ogni candidato ha presentato il proprio piano alla commissione di valutazione, la quale ha assegnato un punteggio, stilando così una graduatoria. 

Al terzo posto si è posizionato “Judicaria Officinali – Azienda Agricola” di Nathan Zimbaldi con sede a Borgo Chiese: l’idea è quella di coltivare piante officinali in Valle del Chiese per il mercato dell’industria di trasformazione e per le erboristerie.

In seconda posizione troviamo un'altra iniziativa in ambito agricolo, “Agripeef Serra idroponica riscaldata”, di Edoardo Ferrari ed Erik Pezzarossi di Storo che si pongono l’obiettivo di costruire una serra con sistema idroponico a floating per la produzione di ortaggi a foglia e non a km 0. 

Primo si è classificato il progetto di Alessandro Polla di Caderzone dal titolo “Realtà aumentata per la promozione del territorio e delle aziende”. L’idea si basa sulla produzione di contenuti multimediali, sfruttando la tecnologia della realtà aumentata in ambito turistico e promozionale.

Alle tre iniziative sarà assegnato un contributo a fondo perduto di Euro 5.000 euro. Tutti potranno avvalersi di un percorso di accompagnamento svolto dai professionisti di Impact Hub Trentino della durata di 6 mesi, finalizzato all’apprendere tutti gli strumenti per implementare e sviluppare la propria idea d’impresa ed un finanziamento per un massimo di € 10.000 a tasso zero da parte della Cassa Rurale che opera nel territorio di riferimento della neo impresa. 

Inoltre la Commissione, valutata l’alta qualità degli altri progetti presentati e vista la disponibilità della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella e della Cassa Rurale Adamello ad incrementare ulteriormente il budget, ha deciso di assegnare un premio extra bando di Euro 2000  (per un totale di 6000 euro) ad altre tre iniziative. 

Tale riconoscimento speciale è andato a: 

- “Unique italian table” di Simone Pedretti di Pinzolo che si pone l’obiettivo di entrare nel mercato del lusso attraverso la produzione di pezzi unici realizzati in legno fossile;

- “ApiMont – Chalet Alpino” di Chiara Maestri di Carisolo, che intende recuperare un antico maso di famiglia per adibirlo a struttura ricettiva di “alta qualità”;

- “M’AMI – gelateria contadina”, di Anna Solci e Giulia Solci di Comano Terme, che intendono allargare il proprio mercato, attivando anche la consegna a domicilio, attraverso un progetto di inclusione sociale che veda coinvolti ragazzi con disabilità residenti nella zona delle Giudicarie.

Il Presidente della Comunità, Giorgio Butterini, esprime grande soddisfazione per la seconda edizione di InPrendi: “I  ragazzi giunti alla fase finale mi hanno impressionato per le idee innovative, per la determinazione e anche per la personalità, tre componenti imprescindibili per chi ambisca ad avviare un‘iniziativa imprenditoriale in un sistema competitivo come quello contemporaneo. 

La proposta di incrementare il budget allo scopo di premiare sei progetti, anziché tre, come inizialmente stabilito, dimostra l’ottima qualità delle idee presentate e implicitamente l’efficacia di questo piano, condotto in stretta sinergia con le Casse rurali locali. 

A prescindere dal fatto che il nostro mandato istituzionale scadrà tra meno di un anno, auspico sinceramente che questa brillante iniziativa possa essere riproposta e proseguita, magari a cadenza biennale. Personalmente, la considero una delle esperienze più edificanti e interessanti tra le tante sostenute dalla Comunità nel corso dell’attuale mandato amministrativo”. 

Monica Bonenti, presidente della Cassa Rurale Adamello, ha sottolineato che “il progetto ‘InPrendi’ è importante per il nostro territorio, perché rappresenta il futuro, in quanto è dall’imprenditoria giovanile che nasce lo sviluppo. Diventare imprenditori significa anche assumersi il relativo rischio professionale e pertanto questi ragazzi vanno ringraziati per essersi messi in gioco”.

Il presidente della Cassa Rurale Giudicarie-Valsabbia-Paganella, Andrea Armanini, ricordando la marginalità delle Giudicarie, ha affermato che “le Casse Rurali devono offrire stimoli a chi vive e opera sul territorio di competenza. Il percorso del progetto ‘InPrendi’ che è stato effettuato, tornerà utile sicuramente per l’avvio dell’attività e la crescita professionale dei giovani imprenditori giudicariesi”. 

 

More Articles ...