16
Thu, Sep

CEIS: “Ristornati ai Soci 463mila euro nelle bollette di maggio per dare una risposta rapida e concreta alle imprese e alle famiglie”

Stenico
Typography

Un segnale immediato e concreto già a maggio per continuare a fronteggiare la pandemia insieme.

Le Assemblee territoriali del CEIS – Consorzio Elettrico Industriale di Stenico – quest’anno si sono svolte in anticipo rispetto allo scorso anno. In risposta al perdurare della pandemia il Consiglio di Amministrazione ha deciso di organizzare le assemblee in videoconferenza per approvare il bilancio senza avvalersi della possibilità di posticipo offerta dai vari decreti legislativi. Ciò permetterà di ristornare ai Soci 463 mila euro già nelle bollette di Maggio per dare una risposta rapida e concreta alle imprese e alle famiglie in un momento così critico.

Tra il 7 e il 16 aprile si sono svolte, quindi, le 7 assemblee territoriali per la nomina dei delegati che nell’Assemblea Generale del 30 aprile voteranno la proposta di ristorno ed il bilancio chiuso al 31/12/2020.

 

 

A poco più di un anno dall’inizio della pandemia, i lavori del CEIS non hanno accusato arresti, anzi, la struttura è cresciuta e si è ulteriormente organizzata per mantenere gli impegni presi con le comunità che rappresenta. “Ci siamo dotati di attrezzature e sistemi che ci hanno messo in condizione di mantenere trasparenza di dialogo coi Soci anche a distanza”, dice il direttore Gianluca Schiavi, impegnato più che mai a salvaguardare una continuità di attività e servizi. Il CEIS ha poi fatto squadra con le realtà vicine sottoscrivendo, con il CEDIS di Storo e l’ASM di Tione un accordo di reciproco aiuto in caso di necessità.

Ma non è che la punta dell’iceberg del lavoro incessante che, più che mai dal marzo del 2020, ha tenuto impegnati dipendenti, consiglieri e Presidente per garantire supporto e aiuti ai Soci e, soprattutto, sicurezza per tutti. Ma andiamo con ordine, perché molte cose sono successe quest’anno in cui il CEIS, com’è nella sua natura, ha continuato a inseguire con coraggio la ricerca di nuove opportunità per i Soci.

Costituiamo un riferimento reale per gli oltre 4.000 Soci ed altrettante famiglie e ritengo che la loro aspettativa, oggi più che mai, sia di ricevere ancora una volta un segnale concreto della nostra presenza” afferma il Presidente Dino Vaia che ha atteso a tutte le promesse e le intenzioni e, ad oggi, è in grado di rilanciarle con un beneficio diretto alle famiglie che anche quest’anno sfiora il milione di euro.

 

RISTORNI IN BOLLETTA

Come promesso, famiglie e imprese socie hanno continuato a beneficiare dell’esenzione degli oneri di sistema e delle accise per le imprese, che, se sommate al ristorno del 2020, sfiorano il milione di euro. Ancora, se sommati al drastico calo del prezzo dell’energia per il 2020, i benefici generati alle famiglie ed imprese, grazie alla propria appartenenza al CEIS, hanno permesso loro di risparmiare fra il 30 e il 35% del costo totale delle bollette.

I Soci, che già nel 2020 si erano visti infatti stornare, direttamente in bolletta, una somma totale pari a 336 mila euro ripartita sui consumi dell’anno precedente, quest’anno beneficeranno di un ristorno maggiorato di circa 130 mila euro, che per alcune realtà produttive e famiglie significherà, per il secondo anno consecutivo, l’azzeramento del costo di un intero bimestre.

È nostra intenzione e volontà garantire un ristorno che, se approvato dall’imminente Assemblea Generale dei delegati, varrà oltre 460 mila euro, perché tutto l’impegno di quest’anno particolare ha mantenuto i nostri riflettori puntati sul supporto alla crisi economica che la pandemia ha riversato sulle nostre famiglie e sulle nostre imprese” dichiara il presidente Vaia.