25
Sat, Jun

ParcOn Air a Cavedago: sabato mattina la tavola rotonda con il vicepresidente Mario Tonina

Parco Naturale Adamello Brenta
Typography

 

Si è tenuta sabato mattina a Cavedago, la tavola rotonda dedicata agli animali selvatici, che ha offerto uno sguardo d'insieme al tema della fauna alpina, una grande ricchezza del Parco, nell'ambito della rassegna ParcOn Air, promossa dal Parco naturale Adamello Brenta. L'evento, moderato da Walter Ferrazza, presidente del Parco, ha visto la partecipazione del vicepresidente e assessore all'ambiente Mario Tonina e del sindaco Corrado Miola, nonché di: Sergio Tonolli, dirigente del Servizio faunistico provinciale, Andrea Mustoni, responsabile dell’Unità di Ricerca scientifica Pnab, Ettore Zanon, responsabile dell’Accademia Ambiente Foreste e Fauna della Fondazione Mach e di Roberto Guadagnini, veterinario e proprietario della clinica Zoolife.
Durante il suo intervento il vicepresidente Mario Tonina, che ha portato il saluto anche del presidente Maurizio Fugatti e dei colleghi di Giunta Giulia Zanotelli, ha messo in luce come si tratti di un intervento importante e condiviso, che il Parco porta avanti nell'ambito delle tante iniziative di formazione e comunicazione.


Foto di Daniele Panato

 

"Una provincia autonoma come la nostra, che annualmente ospita tantissime persone che scelgono di trascorrere qui le loro vacanze, deve essere ancora più attenta e sensibile ai temi legati all'ambiente - sono state le parole del vicepresidente Tonina -, del resto il Trentino attraverso le sue tante aree protette è un territorio unico, e questo anche grazie alle tante persone che abitano le nostre zone di montagna dove, grazie alle azioni messe in campo sia nel passato che da questa amministrazione, non si è verificato il fenomeno dello spopolamento che invece abbiamo in altre aree". Il vicepresidente, nel ricordare la grande operazione ascolto degli Stati generali della Montagna di inizio legislatura, ha poi messo in luce il grande lavoro delle strutture provinciali nell'ambito della fauna selvatica.

Nel corso della tavola rotonda sono stati presentati i dati della fauna selvatica in Trentino, con un trend degli ungulati in crescita e ora in fase di stabilizzazione, che si attesta su circa 35 mila capi stimati di caprioli, 12 mila cervi e 30 mila camosci, mentre sul fronte degli uccelli vi è la presenza di numerose specie come il gallo cedrone, il gallo forcello, la pernice bianca, il francolino e la coturnice. Fra gli interventi, è stata presentata anche l'attività di controllo del cervo messa in campo dal Parco nazionale dello Stelvio, fronte trentino, dove si stima che circa il 65% dei cervi presenti in Val di Sole sia presente all'interno del Parco.
Nel pomeriggio l'iniziativa, promossa dal Parco insieme a Radio Dolomiti, è proseguita con l'escursione guidata "Nuovo sguardo sul mondo animale": da Cavedago i partecipanti hanno raggiunto l'osservatorio faunistico, muniti di binocolo per osservare gli animali selvatici che liberamente si muovono nell'area protetta.