24
Fri, May

È stata una domenica del pallone ricca di emozioni al cui termine sono stati emessi diversi importanti verdetti. Andiamo quindi per gradi a vedere quanto è successo nelle varie categorie

ECCELLENZA:

La prima notizia positiva di giornata per le compagini giudicariesi arriva dalle “Rotte” di Ponte Arche dove il Comano Terme Fiavè, grazie ad una netta vittoria per tre a zero contro l’Arco, ha raggiunto la salvezza senza troppi patemi d’animo e senza dover attendere buone notizie da Tamai dove il Levico Terme era impegnato nello spareggio salvezza (i termali hanno raggiunto una meritata salvezza grazie alla vittoria per 1 a 0). La truppa di Mister Luca Celia (che proprio ieri ha annunciato l’addio alla panchina giallonera) sarà quindi l’unica compagine giudicariesi portacolori nel prossimo torneo regionale. 

Ennesima netta sconfitta invece per il Calciochiese che, sull’ostico campo dell’ambizioso Lavis, rimedia un tre a zero senza appello. Un anno da dimenticare per la compagine di patron Moneghini che, da ormai diverse settimane, è al lavoro per allestire una formazione che possa competere per i primissimi posti in promozione al fine di fare un pronto ritorno nel massimo torneo regionale. 

PRIMA CATEGORIA:

Senza ombra di dubbio è stata la domenica del Pinzolo Valrendena che, dopo un campionato pressoché perfetto, ha festeggiato la matematica vittoria del campionato che vale il ritorno, dopo diverse stagioni, in promozione. Una cavalcata culminata con la netta vittoria per tre a zero sul campo dei cugini del Tione. A nulla è valsa, aldilà dell’ulteriore consolidamento del secondo posto, la vittoria di misura (0 – 1) del Marco che ha avuto la meglio sulla Condinese. I canarini, schierati da mister Bertoni con un ampio turn-over, sono già concentrati sulla finale di coppa provincia in programma giovedì prossimo allo Stadio Briamasco di Trento contro l’Ortigaralefre. Vittoria fondamentale invece per la Caffarese che, al Probo Simoni di Preore, supera per 3 a 2 i padroni di casa della Virtus Giudicariese rientrando così nella lotta salvezza che si annuncia combattuta (la Limonese terz’ultima ora è distante solo 3 punti). Girandola di gol invece sul sintetico di Creto dove Pieve di Bono e Baone, entrambe prive di obiettivi particolari di classifica, si spartiscono la posta in palio con un 3 a 3 finale. Vittoria di misura invece per la Settaurense che, tra le mura amiche del Grilli, supera un Guaita in caduta libera. Netta sconfitta infine per il Calcio Bleggio che viene travolto per 4 a 1 dalla Ledrense. 

SECONDA CATEGORIA:

In una lotta per la vittoria che, giornata dopo giornata, si fa sempre più serrata spreca una ghiotta opportunità di rimanere in testa alla classifica l’Alta Giudicarie. La truppa di Mister Chiappani infatti esce sconfitta (3 a 2 il finale) dal match contro il lanciato Bagolino autore finora di un girone di ritorno praticamente perfetto. La capolista Trambileno vince di misura sul campo del Carisolo ed allunga a più tre sull’Alta Giudicarie che, nel frattempo, è stata agganciata dal rilanciato Molveno (vittorioso per 4 a 1 contro il Riva del Garda). Il derby giudicariese di giornata va al 3P Valrendena che vince per 3 a 1 sul campo del Brenta Calcio. Pareggio infine per il Castelcimego che non va oltre l’uno a uno sul campo del fanalino di coda Vallagarina. 

 

In eccellenza sta per calare il sipario (su una stagione assai deludente) mentre le compagini giudicariesi impegnate in prima e seconda categoria, sono al terz’ultimo giro. Manca quindi sempre meno al termine della stagione calcistica e, a 270 minuti dal termine, sono ancora diversi i verdetti da emettere. Saranno quindi tre giornate di fuoco per giocatori tecnici e tifosi delle compagini che, per un motivo o per l’altro, sono ancora alla ricerca di punti fondamentali per raggiungere gli obiettivi prefissati. Andiamo quindi, per gradi, a presentare la giornata calcistica che ci apprestiamo a vivere.

ECCELLENZA:

Ecco l’ultimo atto. Un ultimo atto che, per la compagine chiesana del Calciochiese, coinciderà con l’ultima apparizione nel massimo campionato regionale: ad attendere la truppa di Mister Paolo Ferretti il purgatorio della promozione. Una retrocessione che giunge al termine di un campionato altamente insufficiente in cui sono mancati i punti (e gli spunti…) necessari per portare in porto la nave. Nell’ultima giornata della stagione Capitan Zaninelli (che con ogni probabilità appenderà le scarpette al chiodo per poter proseguire in veste tecnico-dirigenziale all’interno della società storese) affronteranno la terza forza del campionato Lavis che vorrà difendere, davanti al pubblico amico, l’ultimo gradino del podio. 

Sperava invece di godersi in maniera completamente diversa l’ultimo appuntamento stagionale il Comano Terme Fiavè che dovrà vincere per non chiudere al quartultimo posto. In caso infatti di retrocessione delle due compagini regionali impegnati negli spareggi salvezza di Serie D (domenica sono in programma i playout - entrambe in trasferta – per Levico Terme e San Giorgio che dovranno vincere per agguantare la salvezza.) la quartultima dell’Eccellenza sarà condannata alla promozione. Un’eventualità che la truppa di Mister Luca Celia non vuole nemmeno prendere in considerazione. Capitan Lorenzi e compagni saranno sfideranno quindi, sul campo di Via Pomerio di Arco, i cugini dell’Arco a cui basta un pareggio per essere al sicuro. Un match da non sbagliare per i gialloneri termali che, dopo un buon inizio di ritorno, hanno inanellato una serie di risultati negativi non permettendo di arrivare con tranquillità ad una salvezza alla portata.

PRIMA CATEGORIA: 

Lo spumante è già stato messo al fresco da qualche giorno e, con ogni probabilità, domenica sarà la volta buona. In caso di vittoria infatti il Pinzolo Valrendena, dopo un anno praticamente perfetto, festeggerà il tanto atteso ritorno in promozione. L’impegno, per capitan Collini e compagni, non è pero dei più semplici. Gli azulgrana saranno infatti di scena a Sesena per sfidare i cugini dell’Us Tione decisi a rinviare la festa della compagine di Salvadori (la promozione sarà in ogni caso aritmetica con qualsiasi risultato di Sesena nel caso in cui il Marco – seconda forza del campionato – non dovesse fare bottino pieno). Impegno ostico infatti per l’attuale seconda forza del campionato che sarà di scena al Bettega di Condino dove i canarini padroni di casa andranno alla ricerca di tre punti fondamentali per riaprire la corsa al secondo posto (attualmente distante 5 punti). La compagine di Mister Bertoni però dovrà misurare le forze in vista dell’attesa finale di Coppa Provincia in programma giovedì 16 maggio allo Stadio Briamasco di Trento contro l’Ortigaralefre. Andrà alla ricerca del riscatto, dopo la brutta sconfitta maturata per 6 a 2 contro la Stivo, il giovane Pieve di Bono che tra le mura amiche riceverà una rivitalizzata Baone. Derby da incubo per Virtus Giudicariese e Caffarese che andranno alla ricerca di tre punti fondamentali per continuare a sperare in una salvezza che si allontana sempre più. Per i bresciani di Mister Sergio Pellizzari (a meno sei dalla Limonese terzultima) la sconfitta (o addirittura il pareggio) vorrà dire retrocessione. Qualche flebile speranza in più per la truppa di Mister Gianni Armanini staccati di quattro lunghezze dalla Limonese. Classico impegno di fine stagione infine per il Calcio Bleggio che farà visita alla Ledrense e per la Settaurense che, al Grilli di Storo, affronterà il Guaita. Chiude il quadro la sfida tra Stivo e Limonese.  

SECONDA CATEGORIA:

A tre turni dalla fine del campionato in testa al girone A di seconda categoria regna ancora l’incertezza. È infatti molto combattuta e riguarda, potenzialmente, ben quattro squadre la lotta per la vittoria finale. A guidare il gruppo è il Trambileno che (con una partita in meno) domenica farà visita all’altalenante Carisolo. L’Alta Giudicarie invece, vera antagonista dei neroverdi roveretani, è attesa da un delicato match in quel di Bagolino. I bresciani hanno finora disputato un girone di ritorno pressochè perfetto e, per i ragazzi di Mister Chiappani, sarà un test importante per continuare a credere nella vittoria finale. Il Castelcimego sarà invece impegnato sul campo del Vallagarina mentre il Brenta Calcio è atteso dal derby contro il Tre3 Val Rendena. Chiudono il quadro i match Lizzana - San Rocco e Molveno – Riva del Garda. 

Buon calcio a tutti!

La giornata calcistica andata in scena nel primo weekend di marzo ha regalato parecchie emozioni e diversi risultati a sorpresa. Il risultato più inaspettato arriva dal “Grilli” di Storo dove il Calciochiese perde contro il fanalino di coda Appiano (alla prima vittoria stagionale). In Prima categoria invece, nella prima giornata di ritorno, non sbaglia il Pinzolo Valrendena che riprende il proprio percorso verso la promozione con una netta vittoria. Andiamo quindi a riepilogare quanto successo nella domenica del pallone giudicariese. 

ECCELLENZA:

Domenica nera per il Calciochiese mentre il Comano Terme Fiavè porta a casa tre punti che sanno di salvezza. I biancoazzurri storesi, probabilmente già in clima di carnevale, perdono per 2 a 1 un match dove era obbligatorio vincere per non perdere punti preziosi nella corsa salvezza. Capitan Donati e compagni vanno in vantaggio grazie alla rete di Nicolini. Pochi minuti dopo è Risatti ad avere la palla del raddoppio ma dagli undici metri viene ipnotizzato dal portiere avversario. Gli altoatesini, ormai condannati alla retrocessione, hanno però una reazione di orgoglio e nella ripresa capovolgono il risultato grazie alla doppietta di Foldi. Una sconfitta meritata per l’undici di Mister Fabio Berardi la cui panchina comincia a scricchiolare con un solo punto (pareggio interno nel derby con il Comano Terme Fiavè) nelle ultime tre partite che è troppo poco per poter continuare a sperare nella salvezza ora distante quattro punti. 

Vittoria fondamentale invece per il Comano Terme Fiavè che vince tre a uno sul campo del Naturno e mette una serie ipoteca sulla salvezza. Capitan Lorenzi e compagni gestiscono tranquillamente il match in terra altoatesina e grazie alle reti di Burlon, Giovannini e Federico Lorenzi fanno un ulteriore salto in classifica. Per i ragazzi di Mister Luca Celia un girone di ritorno cominciato alla grande con una serie di risultati positivi che mettono nelle migliori condizioni il gruppo per un finale di stagione che si preannuncia tranquillo. 

PRIMA CATEGORIA:

Prima giornata di ritorno per le compagini Giudicariesi impegnate nel girone A di prima categoria. La capolista Pinzolo Valrendena passeggia in riva al Lago di Garda. Masè e compagni infatti liquidano la malcapitata Limonese con un perentorio 5 a 1 (di Polla, Maestranzi, Hoxha, Masè e Bonenti le reti rendenesi). Resta in scia la Stivo vittorioso per 1 a 0 nell’anticipo di sabato sera contro la Caffarese disputatosi sul sintetico di Creto. Passo Falso invece della Ledrense che esce sconfitta di misura (1 a 0 il finale) dall’ostico campo del Marco ora terzo in classifica. Prima vittoria dell’anno anche per la Condinese che, nell’altro anticipo del sabato sera, vince per 3 a 1 il derby contro la Settaurense (Gualdi e doppietta Ragnoli per i canarini e goal della bandiera biancoverde di Colò). L’altro derby di giornata se lo aggiudica il Pieve di Bono che vince per uno a zero (Rubes su rigore) la sfida contro il Calcio Bleggio. Pareggio agguantato in zona cesarini per il Tione di mister Ballini sul campo del Guaita (1 a 1 firmato Chaizzamane). Sempre più ultima invece la Virtus Giudicariese che viene sconfitta per 3 a 0 dalla Baone di bomber Foued. 

 

Quattro goal, due espulsioni ed un punto per ciascuno. È questo, in poche parole, il riassunto del derby delle Giudicarie andato in scena ieri sera al “Grilli” di Storo tra le due compagini valligiane impegnate nel massimo torneo di Eccellenza. 

Un match equilibrato ed aperto ad ogni risultato fino al triplice fischio finale. La spartizione della posta è decisamente più favorevole ai termali di Mister Luca Celia che allungano ulteriormente sul terzultimo posto occupato proprio dai cugini storesi che ora devono ricaricare le pile per il fondamentale scontro diretto di domenica prossima contro il fanalino di coda Appiano. 

La prima frazione di gioco si apre con il Bosetti che chiamo subito dopo pochi secondi il portiere di casa Aziri all’intervento. Al 12 minuto il primo episodio che sblocca il match: Franceschetti batte una punizione dalla trequarti procurata dall’ex di turno Nicolini la cui traiettoria è intercettata da Fanoni che con una perfetta incornata batte l’estremo difensore Thomas Lorenzi. Dopo un’altra buona occasione per Nicolini ecco i due episodi che stravolgono il match entrambi firmati dal talentuoso numero dieci di Mister Luca Celia, Federico Lorenzi. Al ventesimo minuto un gran diagonale imparabile per Aziri e sette più tardi calcia una punizione all’incrocio. 

Quando la prima frazione sembra scivolare via senza troppe emozioni ecco il pari dei biancoazzurri: Sardisco salta con facilità Litterini il quale lo atterra in area e conduce il direttore di gara a decretare il calcio di rigore. Sul dischetto va il cecchino di casa Franceschetti che insacca alle spalle di Lorenzi il due a due. 

Dopo la girandola di emozioni della prima frazione il secondo tempo offre ben pochi spunti per i diversi spettatori presenti sulla tribuna del “GrillI” salvo dieci minuti finali periodo in cui i ragazzi di Mister Fabio Berardi rimangono addirittura in nove (espulsi Ferretti per gioco falloso e Franceschetti per doppio giallo) e con la truppa di Mister Luca Celia che va vicina al colpo del KO con Burlon che da pochi passi sbaglia clamorosamente. 

Si chiude così il derby giudicariese con la spartizione della posta in palio. Un punto che serve più al Comano Terme Fiavè che al Calciochiese che non sfrutta appieno l’occasione di accorciare sulla quartultima della classe Anaune Val di Non.

 

All'indomani della dolorosissima sconfitta interna con il fanalino di coda Appiano, l'Associazione Dilettantistica Calciochiese ha deciso di sollevare dall'incarico della prima squadra mister Fabio Berardi. La guida della formazione biancazzurra - in lotta per riconfermarsi in Eccellenza, categoria nella quale milita ininterrottamente dal 2013 - è stata affidata a Paolo Ferretti, che già era nello staff chiesano come "secondo" di Berardi: Ferretti si avvarrà dell'apporto dell'intero staff tecnico con il quale ha già collaborato negli scorsi mesi composto dal preparatore atletico Norman Pellizzari, dal preparatore dei portieri Claudio Bianchi e dalla fisioterapista Claudia Ferretti.

La società presieduta da Ferruccio Moneghini ringrazia Fabio Berardi per il lavoro svolto e per i traguardi raggiunti con i colori biancazzurri.

Paolo Ferretti, difensore classe 1977 e nuovo allenatore del Calciochiese, ha alle spalle una lunga carriera da giocatore cominciata alla Settaurense (Serie D ed Eccellenza) e poi passata dalla Condinesettaurense (Eccellenza), Salò (Eccellenza, Serie D e Serie C2), Castiglione (Eccellenza e Serie D), Comano Fiavé (Eccellenza), dal 2013, Calciochiese. L'esordio da primo allenatore del 41enne storese è previsto domenica a Gabbiolo, campo della matricola ViPo Trento, formazione che occupa il nono posto a quota 30 punti, mentre il Calciochiese è terzultimo a quota 16.

Dopo l’antipasto (con qualche abbuffata di gol) delle prime giornate del torneo regionale di eccellenza, del massimo torneo a livello provinciale di Promozione e di qualche recupero, il calcio dilettantistico locale riprende (quasi) a pieno regime con l’ingresso in scena delle compagini giudicariesi impegnate nel Girone A di prima categoria. Ritornano dunque le famose “domeniche del pallone” che terranno compagnia ai moltissimi appassionati del gioco del calcio. Cerchiamo dunque, dopo i due mesi di pausa estiva e il primo mese (…abbondante) di preparazione, di fare il punto della situazione per quanto riguarda le squadre giudicariesi. Fischio d’inizio fissato per le ore 15:00. 

ECCELLENZA:

Per la ventesima giornata del massimo campionato regionale le due compagini giudicariesi reduci dal pareggio nel derby (recuperato mercoledì sera a Storo e terminato due a due) sono attese da due sfide a dir poco importanti. Il Calciochiese di Mister Fabio Berardi non può assolutamente sbagliare. Tra le mura amiche del “Grilli” arriva la cenerentola Appiano. Imperativo per Capitan Zaninelli e compagni una vittoria per riprendere il cammino verso una difficile salvezza. Mister Fabio Berardi dovrà far a meno di due pedine fondamentali come Ferretti e Franceschetti espulsi nel finale della gara infrasettimanale contro i cugini termali. 

Impegno importantissimo anche per il Comano Terme Fiavè che sarà di scena sul campo della penultima della classe Naturno. Un match da non sbagliare per Capitan Lorenzi e compagni che dovranno tornare dalla trasferta altoatesina con tre punti in saccoccia per mettere consolidare ulteriormente il distacco dalla zona pericolante e per allungare la striscia di risultati utili consecutivi a tre.

PRIMA CATEGORIA:

“Tutti a caccia del Pinzolo Valrendena…”. Riparte così, dopo oltre due mesi di pausa, il girone A di prima categoria in cui sono impegnate ben sette compagini giudicariesi. Si riparte quindi, con l’insidia del girone di ritorno nel corso del quale gli equilibri si sono spesso ribaltati. La prima giornata del 2019 offre subito diversi match interessanti. Il big match di giornata andrà in scena sabato sera presso il Centro sportivo di “Grilli” di Storo dove è in programma lo storico derby tra Settaurense e Condinese. Un match tra due delle principali deluse (e delusioni) della prima parte di stagione con i canarini chiamati ad un girone di ritorno pressoché perfetto al fine di giustificare le spese pazze effettuate in estate. La capolista Pinzolo Valrendena sarà di scena in riva al lago di Garda dove affronterà la Limonese. Un impegno sulla carta alla portata per capitan Collini e compagni chiamati a partire subito con il piglio giusto per proseguire la marcia fin qui perfetta. Impegno in terra chiesana invece per la seconda della classe Stivo che sarà di scena sul campo di una Caffarese in piena zona retrocessione ed alla disperata ricerca di punti fondamentali per risalire la classifica. Derby giudicariese invece, e grande classico della categoria, quello in programma sul sintetico di Pieve di Bono dove i padroni di casa di Mister Saverio Luciani riceveranno il Calcio Bleggio di Mister Malacarne. Prima trasferta dell’anno invece per il discontinuo Tione che affronterà sul rettangolo di Pietramurata il Guaita. Impegno lontano dalle mura amiche anche per il fanalino di coda Virtus Giudicariese che andrà sul campo della Baone alla ricerca di tre punti per sperare in una salvezza che, domenica dopo domenica, sembra sempre più un’utopia. Chiude il quadro il match tra Marco e Ledrense, rispettivamente terza e quarta della classifica.

Buon calcio a tutti!

 

Quando vince una, perde (o pareggia) l’altra. È questo l’andamento costante che le due compagini giudicariesi impegnate nel massimo campionato regionale d’Eccellenza hanno mantenuto fino a questo momento della stagione. Anche nell’ultima giornata, la diciannovesima, il verdetto del campo ha emesso due risultati totalmente opposti.

A sorridere questa volta, a differenza della precedente giornata, è il Comano Terme Fiavè che nella prima uscita davanti al pubblico amico ha superato per 3 a 2 gli altoatesini del San Paolo. Un match dominato per lunghi tratti dalla squadra di mister Luca Celia che ottiene così tre punti fondamentali in ottica salvezza.

Beffa finale invece per gli storesi del Calciochiese che tornano dalla lunga trasferta di San Martino con una bruciante sconfitta. All’ultimo secondo infatti, dopo una partita priva di particolari emozioni, è arrivato il gol decisivo dell’uno a zero degli altoatesini abili a trasformare un rigore concesso dal direttore di gara in piena zona cesarini. Una sconfitta che rifila nuovamente, vista anche la netta vittoria dell’Anaune Val di Non contro la Rotaliana, la compagine di Mister Fabio Berardi al terzultimo posto. Urge quindi un cambio di rotta per Capitan Zaninelli e compagni che, domenica dopo domenica, stanno trovando diversi ostacoli nella corsa verso l’ostica salvezza.

 

More Articles ...

Page 1 of 2