03
Mon, Oct

Rimpatriata a malga Bes della storica gloriosa Settaurense anni 90

Sport
Typography

 

STORO. Erano gli anni 90. La Settaurense di Storo per quasi sette anni aveva militato nel campionato nazione di CND, oltre al Trento in quelle stagioni c'erano pure Lodi e Mantova. A far saltare gli argini era stata la partita “derby” proprio con la città capoluogo quando i gialloblu di Ossola e Bortoletto si erano risentiti di quella spartizione di punti conseguita al Grilli e si erano impadroniti della cronaca circa il design troppo simile all’era Hitleriana che la squadra del cavaliere nero Angelo Ferretti portava vistosamente sul petto. Solo qualche mese dopo, gli stessi si erano trovati da Cipriano a Calavino per sancire la pace.

Ebbene, a distanza di quasi 25 anni, viene indetta una rimpatriata biancoverde a Malga Bes. Richiamati sulla collina di Storo coloro che giocavano allora: dovrebbero essere in vari da Bressan, a Liberati Volani, Maraner, Ciech, Sbarberi, Altobelli e Centofanti che all’epoca dentro quella squadra facevano gioco e risultati.

 

 

Nell’occasione – dice Ferretti – intendiamo anche ricordare il compianto Maurizio Pedrotti che tra le retrovie faceva scuola e tanto bell’esempio. Alla festa settembrina, che precede l’adunata Ana di San Maurizio, ci dovrebbero essere anche altri protagonisti pallonari tra cui Achille Gualdi, Graziano Damonti, Beppe Leotti, Giovanni Zulberti , Giovanni Quarta , Riccardo Giovanelli, Danilo Spreafico e il mister Dario Zimelli”.