02
Mon, Aug

 

PORTE RENDENA. Il Comune di Porte di Rendena concede, alle attività economiche del suo territorio, contributi a fondo perduto per la copertura di spese di gestione; l’intervento è finalizzato a sostenere le attività che più hanno subito gli effetti economici avversi della pandemia da Covid-19.

Possono beneficiare dell’intervento le microimprese o piccole imprese - come stabilito dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 18 aprile 2005 - che svolgono una delle attività indicate dai codici “Ateco” descritti nell’allegato al bando: tutta la documentazione è scaricabile dal sito web del Comune.

 

 

I richiedenti devono rispettare la normativa in materia di aiuti di Stato e non avere debiti nei confronti del Comune; devono dimostrare di rispettare la normativa in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Sarà ammessa la presentazione di una sola istanza per impresa e il contributo si configura come ristoro, a fondo perduto, di parte delle spese di gestione, sostenute per l’attività commerciale, artigianale o di vendita del prodotto agricolo.

Rientrano tra le spese ristorabili locazioni, utenze, noleggio di attrezzature, pulizie, spese per personale dipendente, spese di sicurezza aziendali e, ovviamente, le spese straordinarie connesse alla gestione del Covid come l’acquisto di plexiglass e l’igienizzazione.

 

L'importo complessivo dei fondi messi a disposizione è di 34.868 euro, l’importo massimo di contribuzione per impresa è di 2.000 euro. Le domande vanno presentate entro le 12 del 30 luglio 2021.

 

VIGO RENDENA. Nella mattinata di oggi – sabato 5 giugno - è stato posato il nuovo ponticello pedonale in legno al laghetto di pesca sportiva – Bici Grill di Vigo nel comune di Porte di Rendena.

 

La struttura è stata realizzata dalla Scuola di Carpenteria del Legno - ENAIP Tione in collaborazione con il Comune di Porte di Rendena che ha fornito il materiale. Si tratta della prima di una serie di proposte di collaborazione tra l'Amministrazione e gli istituti scolastici superiori.

 

Una bella soddisfazione anche per gli studenti: sul ponte si legge la scritta “Scuola di carpenteria 2021”.

 

 

Questa mattina la posa e l'inaugurazione alla presenza del Sindaco, dell'assessore Walter Dalbon e del consigliere Paolo Dorna.

 

Un ringraziamento a quest'ultimo – fa sapere infine l'Amminastrazione comunale - che anche in veste di docente presso la scuola stessa ha curato la realizzazione del ponte assieme ai ragazzi”.

 

È di questi giorni la notizia della costruzione di un biodigestore sul territorio di Porte di Rendena. Dedicato al trattamento del letame, il progetto è portato avanti dall’azienda di Elio Valentini e della società Srl Rendena Organic di Pinzolo.

 

 

 

 

Sulla vicenda, il Comune di Porte di Rendena, attraverso il vicesindaco e assessore all’urbanistica Federico Dallavalle, precisa: «Sappiamo di un interesse privato alla realizzazione di questo impianto, ma in Comune non è ancora pervenuto alcun progetto né è stata depositata alcuna richiesta formale. È invece arrivata una mail con una breve relazione illustrativa. La stessa mail riferisce dell’ottenimento di un parere positivo da parte della Commissione provinciale per l’urbanistica e il paesaggio (Cup), provvedimento di cui è stata formulata richiesta formale di copia al relativo servizio provinciale e non ancora pervenuto.

Da parte sua, il Comune si è però attivato per acquisire informazioni in merito: vogliamo conoscere le caratteristiche di un tale progetto e la sua “fattibilità”. Elemento fondamentale, poi, è che nell’attuale piano regolatore non sono previste aree destinate a questo tipo di insediamenti, dunque prima di qualunque lavoro in tal senso, sarebbe necessaria una deroga urbanistica.

Il Comune approfondirà la tematica, ma è quanto meno prematuro dare per certa la realizzazione di un biodigestore. Di tutti i passaggi che interesseranno questo tema, daremo costante e puntuale informazione alla popolazione, con la quale sicuramente non mancheremo di confrontarci prima di assumere una posizione in merito per quanto di competenza».

 

 

 

PORTE DI RENDENA. Franco Scarazzini ci ha lasciati, un uomo attivo all'interno della comunità di Porte di Rendena. Una comunità che lo piange e si stringe in questa perdita.

 

 

Gli rende omaggio con poche righe il sindaco Enrico Pellegrini:

 

E' con grande dispiacere che voglio esprimere un pensiero a nome mio e dell'intera Amministrazione Comunale per la scomparsa dell'amico Franco Scarazzini.

Permettetemi un ricordo particolare anche sulla pagina social del nostro Comune – si legge sulla Pagina Facebook di Porte di Rendena - data la particolare vicinanza e il ruolo di Amministratore che Franco ha ricoperto nella scorsa legislatura, affiancandoci fin dall'origine della fusione con la nascita del nuovo Comune di Porte di Rendena.

 

Mi piace ricordarlo per la disponibilità e l'interesse attento, con un occhio di riguardo per il "suo Darè" ma sempre aperto agli orizzonti più ampi di un Comune più allargato.

 

In ogni consiglio comunale è stato stimolo e origine di riflessioni; anche quando la salute lo ha costretto lontano dai banchi dell'amministrazione, sempre si è dimostrato interessato e sempre, con me, ha avuto un rapporto preferenziale volto all'attenzione e al suggerimento, talvolta scherzoso, talvolta energico come era il suo animo.

 

Grazie Franco, hai contribuito alla nascita del nuovo comune con animo generoso. Sei scomparso con questa pandemia che ha messo a dura prova anche il nostro Comune. Ti ricorderemo sempre con grande affetto.

 

More Articles ...

Page 1 of 5