29
Mon, Nov

Esplode una bombola sopra la Cooperativa di Javré: nell'appartamento madre e figlio

Porte di Rendena
Typography

 

PORTE DI RENDENA. Esplode una bombola del gas in un appartamento a Javré, all'interno madre e figlio che riportano ferite da ustione. Tutto il piano dichiarato inagibile ed evacuata una terza persona dalla struttura. A piano terra la Cooperativa del paese rimane aperta.

 

 

L'esplosione è avvenuta pochi minuti prima delle 18.30 di ieri – lunedì 22 novembre – nell'appartamento sopra la Cooperativa di Javré a Porte di Rendena. Le cause sono da accertare ma riconducibili ad un malfunzionamento della bombola del gas.

 

Al momento dell'innesco madre e figlio, rispettivamente 89 e 53 anni, erano in casa. Come loro un terzo inquilino in un appartamento vicino.

 

L'impatto è stato veramente violento, con ingenti danni alle pareti. I vetri delle finestre, esplose, sono arrivati fino sulla strada sottostante dove scorre il traffico. Fiamme e fumo si sono aggiunti a danneggiare ulteriormente la struttura.

 

La macchina dei soccorsi è stata mobilitata all'istante: sul posto i Vigili del Fuoco di Villa Rendena con il Comandante Madaschi, le ambulanze da Tione, i Carabinieri e la Polizia Locale delle Giudicarie.

 

Più azioni congiunte: mentre le Forze dell'Ordine isolavano e mettevano in sicurezza la zona, i Vigili del Fuoco sono intervenuti tempestivamente ai piani superiori per fermare l'incendio in atto, i sanitari hanno soccorso i due famigliari, ustionati ma con ferite lievi. I due sono stati stabilizzati e trasferiti all'ospedale per accertamenti.

 

Sono seguite le procedure di bonifica e pulizia stradale per ripristinare il traffico. Accertamenti vari sono ancora in atto. Da Trento anche un funzionario del Corpo dei Vigili Permanenti per la perizia che con il Sindaco ha dichiarato inagibili i piani superiori; a piano terra la Cooperativa è invece aperta.