02
Mon, Aug

"Le formiche sui sentieri" sabato 24 luglio ore 18.00 - Sala della Cultura- Centro Rainalter Madonna di Campiglio

 

CAMPIGLIO. L'associazione "Amici dei Sentieri" di Madonna di Campiglio, grazie all'assiduità delle uscite sul territorio dei propri volontari, rileva che in questi ultimi anni di riscoperta della montagna, con numeri importanti di afflusso turistico, il problema dell'abbandono dei rifiuti sui sentieri merita attenzione.

 

"Fazzoletti di carta, pacchetti di caramelle, sacchetti, bottiglie, bucce di banana, sparsi qua e là sui sentieri, non un vero e proprio allarme nelle nostre zone – rilevano i volontari - ma sicuramente un po' di distrazione, di incuria durante le passeggiate".

 

In un contesto di forte spinta verso una "transizione ecologica" a tutti i livelli, l'educazione ambientale assume un ruolo di primo piano: sensibilizzare, magari con ironia, attraverso simpatiche iniziative di coinvolgimento, è ciò che l'Associazione vuole fare nei confronti dei frequentatori di Madonna di Campiglio.

 

Grazie alla collaborazione con il vignettista Fabio Vettori è nata l'iniziativa "LE FORMICHE SUI SENTIERI" un incontro in programma sabato 24 luglio alle 18.00 alla sala della Cultura.

 

 

Oltre a Claudio Detassis presidente dell'associazione a Valter Vidi, Guida Alpina con un lungo trascorso nel Soccorso Alpino provinciale, interverranno Fabio Vettori e i protagonisti del documentario "Primascesa – la montagna creata dall'uomo" per la regia di Leonardo Panizza, un'opera presentata al Trento Film Festival nella sezione Orizzonti Vicini.

 

Una serata aperta, di conversazione con il pubblico quella di sabato prossimo, durante la quale verranno distribuite ai partecipanti le cartoline con le famosissime immagini delle formiche disegnate da Vettori, che riportano un messaggio: "Lascia la montagna meglio di come l'hai trovata!".

 

Un'occasione perché anche gli ospiti della località possano farsi interpreti e testimonial della campagna di comunicazione per una montagna pulita.

 

A seguire la proiezione del film, nato anche su ispirazione dell'associazione "The Outdoor Manifesto", dove i due giovani alpinisti Simon Sartori e Giovanni Moscon lanciano la loro provocazione decidendo di organizzare una salita di sci alpinismo sulla montagna creata dall'uomo, quella dei rifiuti nella discarica di Ischia Podetti a Trento.

 

A condurre la conversazione la direttrice del periodico "Terre Alte Madonna di Campiglio" Elena Baiguera Beltrami

 

Nel pieno rispetto delle normative Covid la serata avrà luogo con una capienza ridotta della sala, l'arieggiamento, grazie all'apertura di tutte le vetrate ai lati della sala, il distanziamento dei posti a sedere, la mascherina e la igienizzazione delle mani.

 

L'iniziativa è realizzata patrocinata dalla Pro Lo e realizzata in collaborazione con l'Apt Madonna di Campiglio

 

E' uscito fresco di stampa il 2 luglio ed è distribuito gratuitamente nelle edicole della località il notiziario dal titolo "TERRE ALTE - Madonna di Campiglio", un periodico attualmente semestrale.

 

 

L'idea è nata all'interno della Pro Loco e da persone attive in paese, che da tempo evidenziano la necessità di un notiziario che potesse raccontare ai propri ospiti la comunità Madonna di Campiglio.

 

"Il paese è ricco di iniziative che, con formule diverse, promuovono l'offerta turistica dell'area Campiglio e vallate collegate- commenta Giulia Cirillo, presidente della Pro Loco- ma è emersa in più occasioni da parte dei turisti, in particolar modo i dai più assidui frequentatori, il desiderio di entrare nel vivo di una stazione turistica che opera, che progetta, che si evolve e che possiede una propria identità e una propria storia. La Pro Loco Madonna di Campiglio ha per statuto il compito di valorizzare il proprio territorio, non solo con iniziative di intrattenimento e di svago, ma anche di far conoscere ai propri visitatori gli aspetti che maggiormente identificano un tessuto sociale vivace e ricco di peculiarità inedite, con molti giovani impegnati, nello sport, nel volontariato e nelle Istituzioni".

 

In paese operano una ventina di associazioni, delle quali la metà di volontariato che quasi nessuno conosce, mentre è palese ed internazionale, grazie anche alla 3TRE di Coppa del Mondo di sci alpino, la cifra sportiva che la contraddistingue con la presenza di 13 società e associazioni sportive, le quali hanno forgiato negli anni innumerevoli eccellenze giovanili in campo agonistico, migrate poi verso i vertici di un percorso da allenatori in squadre nazionali.

 

Ed inoltre gli ospiti, in particolare coloro i quali hanno investito in uno o più residenze in loco, sono sempre alla ricerca di notizie su nuove opere pubbliche e infrastrutture della programmazione urbanistica, per questo ogni numero di Terre Alte ospiterà uno spazio dedicato agli amministratori comunali di Pinzolo e Tre Ville.

 

Anche le vicende storiche di Madonna di Campiglio hanno una valenza niente affatto trascurabile in Trentino e in generale sull'arco alpino, che il notiziario ha affidato alla penna di Paolo Bisti, noto storico locale.

 

Il notiziario intende poi valorizzare la presenza di iniziative espositive e di luoghi della memoria, che raccontano in quale luogo ci si trova, quali le famiglie che hanno costituito il ceppo originario di pionieri ed altre inedite curiosità o aneddoti degni di nota.

 

Oltre ad una sezione dedicata alle manifestazioni ideate dalla Pro Loco Madonna di Campiglio, come ogni notiziario che si rispetti (e Terre Alte è un giornale a tutti gli effetti, registrato presso il Tribunale di Trento, con una direttrice responsabile ed un Comitato di Redazione) deve poter avere una sua utilità, per orientare gli ospiti e far sapere loro come muoversi all'interno del paese, con quali orari e con quali modalità, i recapiti e i numeri utili dei servizi a disposizione.

 

Il giornale ha una foliazione di 32 pagine in carta riciclata (una scelta di sostenibilità), al momento esce in una versione estiva ed una invernale, la direttrice responsabile è la giornalista Elena Baiguera Beltrami ed il Comitato di Redazione è composto da Giulia Cirillo, Valeria Murri, Ilaria Collini e Paolo Bisti.

 

Nel primo numero, dopo il saluto della presidente della Pro Loco, gli interventi di Albert Ballardini vicesindaco del comune di Pinzolo e Mattia Malacarne per Tre Ville, le manifestazioni della Pro Loco, a seguire le interviste di Ilaria Collini (consigliera comunale) alle eccellenze sportive del paese, quindi il racconto della vacanza di un ospite molto speciale l'arciduca Alberto d'Asburgo a cura di Paolo Bisti. Non potevano mancare un articolo sul Museo della Guide ed uno sulla mostra delle antiche cartoline curata da Terry Maffei Gueret. E ancora il racconto delle associazioni, i riferimenti della nuova Apt con nuova estensione e nuovo marchio, le indicazioni per una Campiglio senz'auto, e una pagina dedicata a impianti aperti con orari e specifiche.

 

Terre Alte -Madonna di Campiglio viene distribuito gratuitamente in tutte le rivendite di giornali e riviste del paese.

 

 

 

A Madonna di Campiglio un convegno organizzato dalla Corte dei conti. La riforma della pubblica amministrazione decisiva per il rilancio del Paese.

Nella fase post pandemica la pubblica amministrazione assumerà un ruolo cruciale per la ripresa e lo sviluppo del sistema Paese, anche perché dovrà trovarsi pronta a gestire le ingenti risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza. E’ il tema al centro del convegno “Pubblica amministrazione e impiego pubblico: prospettive di riforma nel quadro delle iniziative di ripresa del Paese”, organizzato dalla Corte dei conti in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento e con l’Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio, che si è aperto nel pomeriggio a Madonna di Campiglio e che proseguirà anche nella giornata di domani.

 

 

Il tema che affronta il convegno – ha detto il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti aprendo i lavori – è davvero di grande rilevanza per il futuro del nostro Paese. Sarà fondamentale proseguire nel percorso d’innovazione dell’azione amministrativa per renderla idonea a rispondere ai diversi e crescenti bisogni dei cittadini e delle imprese, offrendo servizi sempre più digitali, veloci e interattivi. Credo che un’Autonomia come la nostra – ha aggiunto – debba avere l’ambizione di trovare soluzioni e percorsi per affrontare questo particolare e delicato momento. Certamente il convegno ci offrirà degli spunti molto interessanti e un indirizzo chiaro e concreto.

Ritengo che sia giunto il momento – ha detto il commissario del Governo Sandro Lombardi – di ripensare i meccanismi di funzionamento del sistema pubblico seguendo due linee di marcia, quella di un grande cambiamento organizzativo che possa consentirci di affrontare le sfide della sostenibilità e quella della trasformazione digitale e del rafforzamento delle competenze”.

Il presidente della Corte dei conti, Guido Carlino ha evidenziato come nell’ultimo decennio la legislazione della crisi e le rigide misure di contenimento della spesa nel settore pubblico abbiano generato una significativa riduzione delle competenze e del numero dei dipendenti pubblici producendo il progressivo declino della capacità amministrativa ed un ricambio generazionale lento e parziale. “In un contesto lavorativo in rapida trasformazione – ha detto – l’attività di reclutamento di nuovo personale dovrà accostarsi ad un attento esame del modello organizzativo di ciascuna amministrazione nel quale inevitabilmente va ridefinita la composizione dei profili professionali adeguandoli a caratteristiche specialistiche diverse da quelle passate. Tale esigenza può essere soddisfatta dal ricambio generazionale – ha detto ancora Carlino – dal quale è necessario partire, affiancato da un vigoroso intervento di riqualificazione che punti a colmare quelle aree di competenza fino ad oggi trascurate.

Ciò che conta è avere la consapevolezza che la tempestività degli interventi, per andare incontro alle esigenze dei cittadini, è sempre più importante e che occorre operare con rapidità e coerenza. In sostanza, all’amministrazione pubblica è richiesta – ha concluso il presidente della Corte dei conti – una capacità di innovazione ancora più decisa e quindi che possa offrire un servizio più semplice, veloce e vicino ai cittadini in modo trasparente ed efficiente”.

 

Due giorni di approfondimenti su "Pubblica amministrazione e impiego pubblico: prospettive di riforma nel quadro delle iniziative di ripresa del paese". Al centro le riforme del comparto previste da PNRR.

1 luglio - MADONNA DI CAMPIGLIO. È da poco iniziato a Madonna di Campiglio (Sala convegni Brenta – Palacampiglio) il convegno nazionale "Pubblica amministrazione e impiego pubblico: prospettive di riforma nel quadro delle iniziative di ripresa del Paese" (scarica qui il programma completo), organizzato dalla Corte dei conti in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento e l'Azienda per il turismo Madonna di Campiglio.

 

 

Il convegno, che si concluderà domani, è stato aperto dal Presidente della Corte dei conti Guido Carlino e dal Presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti.

Con un programma fitto di interventi, il convegno pone l'attenzione sul pubblico impiego quale destinatario delle misure strutturali di riforma previste nel Programma Nazionale di Riforma e Resilienza (PNRR). Gli accreditati sono complessivamente 130, compresi appartenenti agli ordini professionali dei giornalisti, avvocati, dottori commercialisti ed esperti contabili.

Dopo i saluti delle autorità locali e un'introduzione ai temi del Convegno da parte di Giampiero Pizziconi, si succederanno gli interventi di: Giorgio Bolego, Riccardo Salomone, Francesco Saverio Marini, Ferruccio Resta, Gabriele Fava, Francesca Gagliarducci, Fausto Manzana, Giovanni Bort, Tullio Serafini, Paride Gianmoena, Pasquale Mazza, Michele Russolo, Mauro Keller, Biagio Mazzotta, Carmen Madonia, Vittorio Poma, Sandro Colombi, Pierluigi Mastrogiuseppe, Antonio Naddeo, Paolo Nicoletti, Francesco Fimmanò, Guido Raimondi, Elena Quadri, Luigi Balestra, Angelo Canale, Anna Maria Lentini. Tavola rotonda finale con gli interventi di Federico D'Incà, Claudio Borghi, Angelo Buscema, Angelo Raffaele Margiotta, Flavio Deflorian, Luca del Vecchio ed Efisio Gonario Espa, moderati dai giornalisti Massimo Venturato e Francesco Cerisano.

 

 

More Articles ...