10
Fri, Jul

Madonna di Campiglio, incidente mortale lungo il Canalone Neri. Alpinista 57enne scivola per centinaia di metri

Campiglio
Typography

Incidente mortale lungo il canalone Neri (Dolomiti di Brenta). Il corpo senza vita di un alpinista, un uomo residente a Trento del 1963, è stato recuperato ed elitrasportato a Madonna di Campiglio questa mattina presto. L’uomo stava salendo insieme a un compagno il canalone Neri (Dolomiti di Brenta) con i ramponi, vista la presenza di neve ghiacciata, quando a una quota di circa 3000 m.s.l.m. è scivolato precipitando per centinaia di metri fino alla base del canalone. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata verso le 7 di questa mattina.

 A perdere la vita è stato Sergio Zenatti di Villamontagna, mentre saliva il Neri con un altro escursionista. Come riporta il TGR Trentino i due sono stati probabilmente travolti da un distacco di sassi, che hanno fatto perdere l'equilibrio a Zenatti facendolo cadere a valle per cinquecento metri. Ad ucciderlo sono state le botte durante la caduta.

Foto Tgr Trentino 

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino occidentale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha verricellato sul luogo dell’incidente il Tecnico di elisoccorso e due operatori della Stazione Madonna di Campiglio ma per l’alpinista non c’era ormai nulla da fare. Dopo il nullaosta delle autorità la salma è stata ricomposta ed elitrasportata a Madonna di Campiglio.