26
Sun, May

Ho qualcosa da dire e so come dirlo. A Madonna di Campiglio aperta fino al 4 Marzo la Mostra di Fulvio Cimarolli. Sabato 23 serata I ride for Fulvio

Campiglio
Typography

Rimane aperta tutti i giorni dalle 15 alle 19 al Polo scolastico di Madonna di Campiglio fino al 4 marzo la mostra di Fulvio Cimarolli “Ho qualcosa da dire e so come dirlo”. La mostra, organizzata da Marcella Maffei e Gianluca Binelli, raccoglie 15 opere di Fulvio. 

Una mostra voluta con tutte le sue forze dall'artista. «Per lui è stato conquistare una vetta, di quelle che ha sempre voluto raggiungere e che ha sempre sognato». Ci conferma chi gli sta vicino.  

Colto dalla Sla nel pieno della giovinezza otto anni fa ha dovuto lottare con il decorso travolgente della malattia. 

Nonostante questo, ha realizzato molte delle opere e, quando impossibilitato, ha guidato , con il “comunicatore” che legge lo sguardo e lo traduce in espressione vocale, i suoi famigliari per riuscire a completare i suoi lavori. 

Ne è uscita una mostra che racchiude dipinti, collage, sculture, composizioni che hanno in sè l'amore immenso per la vita e allo stesso tempo il grido di rabbia per un destino difficile da sopportare. 

Le opere sono in vendita, come il catalogo, e il ricavato servirà per comprare un furgoncino per il trasporto di ragazzi che hanno difficoltà a spostarsi come Fulvio. 

Sabato 23 febbraio ci sarà una serata dedicata a Fulvio. Alle 18 una Messa nella Chiesa di Santa Maria Nuova a Madonna di Campiglio, poi alle 19 apericena nell'aula magna del Polo scolastico in via Serafini zona Palù.La serata proseguirà con un intrattenimento musicale, la visita alla mostra e la proiezione del video di Fulvio.