19
Fri, Apr

Dolomiti Top Music: il concerto previsto il 20 aprile non si terrà. Non c'è accordo con il Parco

Campiglio
Typography

La seconda edizione del concerto in quota "Dolomiti Top Music", inserito nel calendario stagionale degli eventi a Madonna di Campiglio il 20 aprile prossimo, non si farà. Dopo il successo della prima edizione nel 2018, quando il protagonista dello spettacolo fu il DJ e produttore francese Bob Sinclar che si esibì sulle piste da sci al Monte Spinale, l'iniziativa si ferma.

La decisione è stata presa dall'Assessorato Grandi eventi del Comune di Pinzolo, che ha ideato il format dell'evento, insieme all'Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena in quanto soggetto organizzatore.

Azienda per il Turismo, con la finalità di poter confermare l'evento ancora all'interno dell'area sciabile di Campiglio che ricade all'interno dell'area protetta, ha promosso vari incontri interlocutori e propedeutici all'inoltro della richiesta ufficiale per ottenere la deroga ai vincoli previsti dal Piano del Parco. Dagli incontri non è emersa una soluzione condivisa sul dove organizzare l'atteso spettacolo, ma si è giunti all'idea di istituire un tavolo di confronto coordinato dal Parco Naturale Adamello Brenta (Pnab). La volontà è di mantenere aperto il dialogo con tutte le istituzioni coinvolte per trovare soluzioni che possano portare a organizzare importanti eventi di altissimo livello, finalizzati a far vivere esperienze uniche ai nostri ospiti, e fondamentali per una comunicazione internazionale. Si ritiene infatti che "Dolomiti Top Music" possa essere un'importante iniziativa di richiamo turistico nel fine stagione.

Si è quindi preferito non procedere con la richiesta di deroga, ma sviluppare ragionamenti complessivi e approfonditi che possano consentire, al neo costituito tavolo di confronto, di trovare un approccio generale a garanzia di un equilibrio tra gli imprescindibili aspetti ed esigenze del marketing turistico e della promozione della località (anche attraverso attività ed eventi di qualità e di carattere internazionale) e la fondamentale tutela del territorio nel rispetto dei principi della sostenibilità. Principi che Azienda per il Turismo da qualche tempo promuove e per i quali desidera essere protagonista nella progettazione del modello turistico del prossimo futuro.

L'obiettivo è di ragionare, attorno al neocostituito tavolo, fino a trovare le possibili soluzioni da adottare magari ponendole all'attenzione dei lavori degli Stati generali della montagna di recente annunciati dalla Giunta Provinciale. Le medesime problematiche non solo relative all'organizzazione di concerti, infatti, accomunano diverse località turistiche del Trentino, dove si convive con la gestione delle aree protette.

L'ufficio stampa di Azienda per il Turismo, per completezza di informazione, ha raccolto anche il parere dell'Assessorato ai Grandi eventi del Comune di Pinzolo Giuseppe Corradini.

"Speriamo che questa sofferta rinuncia a Dolomiti Top Music, evento che ho particolarmente a cuore – spiega Giuseppe Corradini, assessore ai Grandi eventi del Comune di Pinzolo – stimoli un leale e sereno confronto tra tutti i soggetti preposti alla gestione del turismo (principale fonte di reddito) e alla tutela del territorio (unico vero ed inestimabile patrimonio purtroppo non riproducibile), al fine di risolvere tra tutto anche la vera grande anomalia rappresentata da un'area protetta calata su un sistema infrastrutturato di piste e impianti. Sono convinto – prosegue l'assessore – che un equilibrio tra utilizzo della montagna e tutela della stessa lo si possa trovare, ma sono altrettanto convinto che le strumentalizzazioni pubbliche generalizzate e non contestualizzate, e i "no" a prescindere, siano lesivi per entrambe le dimensioni. Come in tutte le cose bisogna seguire un approccio dettato dal "buon senso" e dal dialogo, approccio che considero non manchi a chi opera e vive sul nostro territorio. Ritengo che ambiente e turismo – aggiunge ancora Corradini – siano complementari e che l'uno possa portare giovamento all'altro. Infatti la recente collaborazione tra Audi e Pnab finalizzata a sviluppare una mobilità più sostenibile, ben dimostra come una località turistica internazionale e "alla moda", famosa oltre che per il formidabile ambiente in cui è incastonata anche per le infrastrutture e il divertimento invernale, possa attrarre l'interesse di importantissimi brand mondiali, utili a sviluppare anche una sensibilità ambientale che sicuramente necessita di essere coltivata ed implementata". Organizzare eventi di qualità sulle piste da sci, non significa "scimmiottare" i contesti urbani, come qualcuno ha scritto sulla stampa, ma significa far vivere momenti indimenticabili alle persone, momenti in cui il ruolo principale è svolto dalla maestosità di quelle montagne che rendono qualsiasi esperienza unica e indelebile".