25
Mon, Jan

Storo: reindustrializzazione del compendio di via Primo Maggio

Storo
Typography

Precedenza a chi assumerà i lavoratori in mobilità delle Giudicarie ed effettuerà nuovi investimenti. Le proposte andranno presentate entro venerdì 15 gennaio

 

Trentino Sviluppo ha pubblicato – con termini ristretti – l’avviso pubblico per la concessione in locazione del compendio produttivo ex Waris di via Primo Maggio a Storo. La velocizzazione della procedura ha come obiettivo quello di garantire un rapido reinserimento professionale dei lavoratori messi in mobilità a seguito della chiusura o del fallimento di alcune significative realtà produttive delle Giudicarie, come Isaf, Waris e Schlaefer. Chi si insedierà dovrà infatti garantire 22 nuove assunzioni e investire almeno 800 mila euro in impianti e macchinari. La locazione – con una durata di 6 anni rinnovabile per altri 6 – dovrà partire da un importo minimo di 60 mila euro annui. Il compendio produttivo si sviluppa su un lotto di oltre 15 mila metri quadrati in un’area completamente urbanizzata, ha una superficie coperta di circa 3.500 metri quadrati ed è servito da parcheggi e pertinenze dotate di portoni sezionali per il carico/scarico delle merci. L’impiantistica elettrica, termoidraulica, meccanica e antincendio è stata interamente rinnovata nel 2016. Le aziende interessate hanno tempo fino a venerdì 15 gennaio per presentare domanda. Testo integrale del bando sul sito trentinosviluppo.it

 

 

È stato pubblicato sul sito di Trentino Sviluppo l’avviso pubblico per la concessione in locazione del compendio industriale di via Primo Maggio a Storo. L’obiettivo è quello rivitalizzare il tessuto produttivo delle Giudicarie, favorendo la crescita di nuove iniziative imprenditoriali ad alto valore aggiunto e il rapido riassorbimento nel mondo del lavoro del personale messo in mobilità a seguito della chiusura o del fallimento di alcune importanti realtà della zona. Lo stabile – ex Waris – si trova su un lotto di oltre 15 mila metri quadrati, in una zona perfettamente urbanizzata e servita dalla rete idrica, fognaria, elettrica e del gas, nonché da un ampio parcheggio.

Il complesso – costruito nel 1977 – ha una superficie coperta di 3.450 metri quadrati, completa di spazi produttivi, secondo piano ad uso uffici, spogliatoi per un’utenza di circa 80 persone e due zone di stoccaggio da 400 metri quadrati l’una, dotate di portoni sezionali per il carico-scarico delle merci. L’immobile è climatizzato e tutti gli impianti – elettrico, termoidraulico, meccanico e antincendio – sono stati completamente rifatti nel 2016.

Possono presentare la propria offerta di insediamento le imprese aventi sede legale in Trentino e iscritte nel Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Trento, nonché enti e associazioni per le attività d’impresa titolari di partita Iva, consorzi iscritti nel Registro delle imprese e associazioni di categoria aderenti alle confederazioni presenti all’interno del Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro.

L’insediamento avverrà tramite il regime della locazione ordinaria, con una durata di almeno 6 anni, rinnovabili per altri 6. Il criterio di assegnazione è quello del migliore valore di mercato offerto dalle aziende interessate, ovvero del canone annuo netto più alto. La base minima di gara è di 60 mila euro. Il bando prevede anche alcune obbligazioni speciali con un importante valenza economico sociale. L’impresa aggiudicataria dovrà infatti avviare l’attività d’impresa entro 3 mesi dalla stipula del contratto di locazione, investire nella produzione almeno 800 mila euro e assumere 22 lavoratori, dando priorità – laddove possibile – al personale in mobilità e in cerca di occupazione residente nelle valli Giudicarie e ai giovani del territorio. Trentino Sviluppo, dal canto suo, si impegna a supportare l’impresa aggiudicataria nella conoscenza delle agevolazioni provinciali per il sostegno della ricerca, degli incentivi per la ricollocazione dei lavoratori espulsi proposti dall’Agenzia del Lavoro e tramite i propri servizi per l’internazionalizzazione. Le manifestazioni di interesse dovranno pervenire entro le ore 12.30 di venerdì 15 gennaio. Il testo integrale dell’avviso pubblico è disponibile sul sito www.trentinosviluppo.it nella sezione “Bandi e Appalti”.