27
Sun, Nov

E’ morta Emma Bonomini la nonna di Storo

Storo
Typography

 

STORO -   Emma Bonomini vedova Mezzi era la nonna di Storo. Se n’è andata ieri l’altro all’età di 98 anni lasciando le figlie Annunziata e Lucia. Emma  era  anche l’ultima di un nucleo famigliare  composto dai compianto don Cristoforo Bonomini già curato di Cimego, Praso e Lodrone e prima ancora arciprete  di Pieve di Bono; poi il fratello Simone e  Genia.  L’anziana  da pochi mesi era  ospite della locale  casa per anziani di Storo dove sabato notte si è spenta serenamente. Le esequie lunedi pomeriggio (19 settembre) nella chiesa di Storo.

 

Ora, differenziata di soli pochi mesi da Emma,  il titolo di nonna di Storo spetta a Tullia Gelmini vedova Baratella. Tullia, che  ha  avuto cinque  figli e che ancora vive in casa,  è stata la moglie di Danilo, dipendente comunale  e gestore del comitato Eca ma anche titolare del bar – Caffè Centrale e pure storico organista parrocchiale e maestro di coro. In tutta la valle era molto conosciuta per il fatto che il ristorante gestito da lei era un tempo mèta di ripetuti pranzi nunziali, posto di telefonia pubblico e luogo dove si giocava il Totocalcio.