10
Fri, Jul

VisitGiudicarie.It: uno strumento mobile per scoprire le leggende delle Giudicarie

Busa di Tione
Typography

On-line sul sito web del Consorzio per il Turismo Giudicarie Centrali il percorso di valorizzazione del territorio che si concentra sulle leggende. Un’iniziativa, promossa dall’ente, che ha coinvolto alcuni esperti locali. 

Non solo testi emozionali e foto invitanti: il nuovo sito del Consorzio per il turismo Giudicarie Centrali si trasforma in un piccolo scrigno capace di custodire i “segreti” di alcuni luoghi simbolo del territorio giudicariese. Nella sezione Curiosità di Www.VisitGiudicarie.It residenti e turisti potranno infatti scoprire mete speciali per le escursioni estive in famiglia.

Dalla Madonna del Lares a Borgo Lares al borgo di Irón a Tre Ville e ancora alcune località nei dintorni di Tione di Trento e della Val di Breguzzo.

«Abbiamo pensato – sottolinea il direttore dell’ente, Redi Pollini – che fosse importante dare a tutti la possibilità di avvicinarsi alle nostre zone in maniera diversa. Diciamo pure in un’ottica di “family experience” dando quindi qualche spunto storico a cui abbinare una passeggiata in famiglia».

Un’iniziativa programmata lo scorso autunno che però ben si confà alle necessità dettate dalle restrizioni imposte dall’emergenza Covid-19. «Quella che è ormai alle porte – commenta il direttore – è sicuramente una stagione un po’ strana. Non si sa ancora nel dettaglio quali attività si potranno organizzare e soprattutto come. L’idea di questo progetto permette però di avvicinarsi ad una formula di “turismo autogestito” che, accanto a delle belle escursioni nella natura, propone anche di vedere con occhi diversi questi piccoli tesori accompagnati appunto dalla leggenda che li contraddistingue».

 

Un’iniziativa messa in campo grazie al coinvolgimento di alcuni esperti locali che hanno dato la propria disponibilità ad accompagnare gli internauti in questi “viaggi”. Per le leggende legate al comune di Tre Ville c’è Rudi Scalfi Baito mentre a Borgo Lares l’onere e l’onore di scoprire la Madonna del Lares va ad Alessandro (Sandro) Franchini. A Tione di Trento il testimone passa a Gilberto Nabacino mentre per la zona di Sella Giudicarie il referente è Frank Salvadori.

«Inizialmente – conclude il direttore – avevamo pensato di proporre anche alcune uscite proprio con questi esperti locali, purtroppo questo non possiamo ancora sapere se sarà possibile oppure no, ma siamo convinti che, così come proposti, questi testi possano offrire spunti interessanti alle famiglie: oltre a passeggiare i genitori potranno raccontare e osservare in modo più attento questi paesaggi come ad esempio spiegare perché ci si bagna gli occhi alla fontanella della Madonna del Lares…». 

 

Il Consorzio è anche Social… quindi tutte le leggende saranno condivise, con cadenza bimensile, anche sulle pagine Facebook e Instagram (?) dell’ente.