16
Thu, Sep

Come una “strenna” il Calendario Conad 2021: le foto con alcuni scorci dalla Busa di Tione fino a Cimego

Giudicarie
Typography

È uscito in questi giorni il nuovissimo Calendario Conad 2021. Ormai diventato quasi una “Strenna Natalizia” che viene distribuito ai clienti nei diversi centri Conad della Busa di Tione e Cimego.

 

 

Il calendario 2021 propone una serie di fotografie scattate da Udalrico Gottardi, appassionato fotoamatore da molto tempo, in Giudicarie è molto conosciuto come ‘esperto’ del mondo della fotografia amatoriale.

È inoltre stato co-fondatore di alcuni Circoli Fotografici e da qualche anno è socio del Circolo Fotografico Tionese.

Per il calendario 2021 - con occhio attento Gottardi – ha indagato nei vicoli e nei luoghi più nascosti dei centri abitati dando vita ad una panoramica di immagini che testimoniano la vita “rurale” dei nostri paesi (un tempo villaggi) attraverso una rassegna di porte e finestre, delle stalle o dei fienili.

Si tratta di manufatti architettonici semplici, ma soprattutto funzionali. Erano corredati talvolta da finestre ricavate nella parte alta delle porte, da poderosi catenacci in ferro battuto nonché da mostrine - sempre in ferro – attorno alla toppa sella serratura. Le porte, in legno di larice, erano realizzate da maestri falegnami e le assi erano assemblate in verticale con brocche e chiodi in ferro tenute assieme da cornici a mo’ di traversi in alto e al centro dove veniva fissato il catenaccio.

I portali più importanti avevano gli stipiti (piedritti) e l’architrave solitamente in granito, cavato nella Val di Breguzzo. Mentre i telai delle porte delle stalle o fienili erano in legno.

 

Le fotografie documentano alcuni scorci di: Borgo Lares (Bolbeno), Borgo Lares (Zuclo), Tre Ville (Coltura, Larzàna e Córt, Preore, Pez), Saone, Tione di Trento e Cimego.