16
Thu, Sep

Sagra del Perdon a Campo Lomaso: il Convento torna in vita e pone al centro il territorio

Comano Terme
Typography

 

CAMPO LOMASO. Procede a gonfie vele l'estate del Convento di Campo a Comano Terme, con l'organizzazione in loco di una serie di eventi volti ad una graduale riattivazione della struttura. Il Convento, per il passato polo culturale e punto di riferimento nelle Esteriori, torna in vita oggi e in quest'estate della ripartenza.

 

Foto di Paolo Sandri con il Chiostro del Convento di Campo Lomaso 

 

Si attende con entusiasmo l'inizio del weekend e la Sagra del Perdon d'Assisi, ricorrenza a cui è da sempre legato il centro abitato di Campo.

 

Primo appuntamento sabato sera 31 luglio alle 20.45 con “Bagno di Gong”. L'atmosfera del Convento sembra in effetti ideale per lo svolgersi dell'attività e favorire il contatto tra il mondo esterno e l'interiorità: tapettino da yoga e plaid alla mano, le frequenze del Gong guideranno i partecipanti in un viaggio di rilassamento.

Un'occasione da non lasciarsi sfuggire e che conta un massimo di 35 posti: la prenotazione è obbligatoria e si effettua rivolgendosi al numero informativo 333 9456604.

 

Programma estremamente ricco quello di domenica 1 agosto entrando nel vivo della Sagra del Perdon d'Assisi con la Messa delle 10.30. Dalle ore 17.00 sarà possibile visitare il “Mercatino dei Prodotti Locali”, allestito in collaborazione con la Pro Loco Piana del Lomaso, mentre all'ora di cena “Stra Pic Nic” offre l'opportunità di acquistare un cesto e gustarsi le sue prelibatezze nel Parco del Convento.

 

La tematica del ritorno al territorio lega come un filo conduttore i vari eventi organizzati al Convento. Porre al centro delle attività il rapporto uomo-natura fa rivivere quegli stessi valori francescani intrinsechi nelle mura del Convento.

 

Per concludere, in linea, proposto anche il “Cinema sotto le Stelle” a impatto 0.

La proiezione è organizzata in collaborazione con il Parco Naturale Adamello Brenta, tra il resto già presente dal 9 luglio al Convento con la mostra “Sacra Natura: montagne verdi, campi coltivati, un unico pianeta”. Assieme al contributo di Muse, Museo Civico di Rovereto, Ecomuseo della Judicaria e Mab, la mostra riesce a unire arte e scienza, tra spiegazioni scientifiche e bellezza della natura. Presidiata da un custode, la mostra è visitabile tutti i giorni fino al 15 settembre tranne i lunedì, dalle ore 10 alle 13, e dalle ore 15.30 alle 19.

 

Sono due le proiezioni di Superpark  in programma domenica per scoprire le bellezze del Parco Naturale Adamello Brenta.

Alle ore 21.00, dopo la presentazione del libro “Cibo e Paesaggio” curato da Alberto Cosner e Angelo Longo, verrà proposta la visione di “Paesaggi dei Cibi” di Michele Trentini e Andrea Colbacchini.

Alle 22.00 finale col botto con la proiezione di “Gunda” di Victor Kossakovsky, un film che racconta di come l'uomo non sia l'unica specie a provare emozioni, prendendo un punto di vista molto particolare, quello inaspettato di una scrofa. “Un'opera dalla potenza visiva unica sull'esistenza – viene descritto – in grado di trascendere le barriere, spesso fittizie, che separano le specie”.