17
Tue, Sep

Ponte Arche, ruba l'incasso del bar e si dà alla fuga. Riacciuffato e arrestato uomo di 56 anni

Comano Terme
Typography

P.V., bolzanino di 56 anni, è stato arrestato nel primo pomeriggio di ieri dai Carabinieri di Ponte Arche, per un furto di denaro contante perpetrato presso un noto esercizio pubblico di quel centro. Erano da poco scoccate le ore 14.00 quando l’uomo, notata la barista allontanarsi  dal bancone di mescita per alcune incombenze, è entrato nel locale dirigendosi verso il registratore di cassa da dove, in pochi istanti, è riuscito ad arraffare il cospicuo incasso della giornata. 

Da li a pochi istanti lo stesso, colto sul fatto dalla barista nel frattempo rientrata nel locale, si è dato a repentina fuga nel centro abitato. 

La giovane barista, non perdendosi d’animo, ha richiamato l’attenzione di un solerte artigiano diciannovenne del posto, in quel momento impegnato al lavoro nelle vicinanze del locale, il quale, senza alcuna esitazione, si è lanciato all’inseguimento di P.V. bloccandolo a breve distanza.

I Carabinieri di Ponte Arche, allertati da alcuni passanti, sono giunti dopo pochi istanti sul posto prendendo l’uomo in consegna.

L’immediata perquisizione personale di P.V. ha consentito ai Militari di rinvenire, oltre all’intera somma di denaro asportata, alcuni scontrini relativi a transazioni POS dello stesso locale, inavvertitamente prelevati dal malfattore assieme alle banconote.

P.V. veniva quindi dichiarato dai Militari in stato di arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza del Comando, fino all’odierna convalida disposta  dal Giudice Greta Mancini.