01
Tue, Dec

Viva il Giro d’Italia, ma…. La lettera di Giuseppe Ciaghi

Val Rendena
Typography

Viva il Giro d’Italia, ma….

Il commento alla tappa Bassano - Madonna di Campiglio ha stravolto la geografia del Trentino. Da rimanere basiti. Le campagne di Calliano e Besenello ai piedi del Castello sono diventate la Piana rotaliana e la zona del teroldego e delle mele; il Bleggio si troverebbe nella valle dell’Avisio dove c’è il Banco della rasòn e dove sono stati celebrati i processi alle streghe (esilarante quanto raccontato poi su Santa Croce del Bleggio  inquadrata in leggende ladine in un incomprensibile miscuglio di non sense) mentre i concorrenti salivano al passo del Durón, la zona da Tione a Pinzolo è stata chiamata solo “la Vallata” (sconosciute le Giudicarie, il termine Rendena si è sentito solo una volta quando hanno annunciato l’esistenza di un traguardo volante a “Caderzỏne terme in Rendena”) , non si è sentito nemmeno il nome di un paese, delle montagne d’intorno. Tutto anonimo. L'unica inquadratura di montagne verso il Carè Alto è accompagnata dalla descrizione Dolomiti....È sembrato di assistere ad un vero e proprio boicottaggio, per non parlare di sabotaggio nei confronti delle nostre comunità. E questa sarebbe pubblicità alle nostre zone? promozione turistica? Penso che da una diretta Rai ci si sarebbe potuto aspettare qualcosa di meglio. Pressappochismo, ignoranza, incompetenza hanno condito per alcune ore l’esposizione del conduttore. Pressapochismo anche nella presentazione della diretta: Madonna di Campiglio è data in Provincia di Belluno.

Ma come si è potuto arrivare a simile presa in giro!!! Purtroppo da noi tutto va bene, madama la Marchesa.

Sarebbe auspicabile invece che i responsabili di tanta inefficienza venissero chiamati a rispondere, almeno per una volta. Penso non sia difficile in questo caso individuarli.

Giuseppe Ciaghi