24
Thu, Sep

Nessuna messa oggi al Santuario di Lodrone. Il Sindaco: “Grande senso di responsabilità viste le circostanze”

Storo
Typography

LODRONE. Quasi da sempre il 12 di settembre di ogni anno gli abitanti di Lodrone e dei paesi vicini erano soliti partecipare alla messa delle 10 al santuario della Madonna dell'Aiuto. Quest'anno, causa coronavirus, la solenne funzione in questione non si è fatta: nella serata di ieri, tuttavia, don Andrea Fava ha rimediato celebrando in parrocchiale un'analoga funzione.

Un Santuario piccolo e semplice nell'aspetto, ma importante per i lodronesi: nel corso degli anni ha elargito ai suoi devoti molte e straordinarie grazie. La chiesa, secondo alcune pergamene dell'epoca, risalirebbe al XVII secolo. Nel corso del tempo le tele raffiguranti la Madonna subirono alcune devastazioni. Nella Chiesa grande rilievo è dato all'altare, consacrato nel 1946 dall'allora vescovo ausiliare di Trento monsignor Oreste Rauzi: una sollenità indimenticabile durante la cerimonia che le persone di una certa età ancora ricordano.

 

Il sindaco Luca Turinelli fa sapere : “Sono personalmente dispiaciuto che la pandemia impedisca la celebrazione della molto partecipata Santa Messa della Madonna dell'Aiuto in Lodrone, mio paese di origine. Tuttavia, plaudo al grande senso di responsabilità del Parroco e del Consiglio Pastorale, per questa saggia decisione.Proprio la grande partecipazione, negli stretti spazi del Santuario, sarebbe stato un pericolo eccessivo per tutti, in un momento in cui si assiste ad un aumento di casi accertati di COVID, che ci ricordano di mantenere la guardia alta e di adottare comportamenti consoni al momento, seguendo le prescrizioni delle autorità sanitarie”.

 

Ricordano invece i più anziani: “Il conte Sebastiano Lodron aveva fondato il legato detto di Sabatino, consistente in 52 messe perpetue all'anno da celebrarsi rigorosamente di sabato. Un tempo, anche secondo gli annuari curiali, vi si celebravano altre funzioni, ora abolite, tra cui quelle nel giorno di San Giuseppe, l'Immacolata e San Giovanni Bosco.